Statte

A pochi chilometri da Taranto, al limite della Murgia tarantina, sorge Statte con una popolazione di poco superiore a 15.000 abitanti. E’ l’ultimo nato tra i Comuni della provincia jonica ha infatti raggiunto l’autonomia amministrativa nel 1993. Da allora è iniziata una nuova fase di crescita, di progresso, di riscatto della comunità impegnata nel recupero della propria identità storica e culturale, delle proprie tradizioni e della valorizzazione del patrimonio archeologico ed ambientale.

Punto di unione tra la collina e il mare, Statte sorge su un territorio ricco di storia che in epoca antica era totalmente ricoperto dal mare, come testimoniano i ritrovamenti di fossili sulla roccia tufacea. Il mare ha scavato con la sua forza erosiva le prime caverne che in seguito hanno ospitato l’uomo. Nelle grotte si ripararono numerosi animali ed infine l’uomo che trasformò l’ambiente adattandolo alle proprie esigenze abitative. Nella grotta di Sant’Angelo furono ritrovati utensili in selce e in osso. Nella località Accetta Piccola e nella Gravina di Leucaspide si possono individuare i dolmen, esempi misteriosi di cultura megalitica. Ma fu in epoca greco/romana che il territorio assunse grande importanza. L’elemento fondamentale della presenza umana è l’acqua, a quell’epoca, probabilmente, avvenne l’imbrigliamento delle acque del Triglio, esempio di sapienza idraulica romana. Da diverse sorgenti, l’acqua veniva raccolta in un sistema di cisterne e di condotti, scavati nella roccia, per oltre otto chilometri, dotati di pozzi di aerazione. L’ultimo tratto emergeva e si sviluppava per circa sei chilometri su archi romani, giungendo sino a Taranto. Con l’insediamento dei monaci basilei, fuggiti alle persecuzioni, le grotte cominciano ad essere affrescate con immagini sacre. Nel Medioevo e fino ai giorni nostri, vi fu un feudo di Statte, passato attraverso numerosi feudatari che furono i fondatori della Statte moderna.

Scheda

  • • Comune statte
  • • Provincia Taranto
  • • Codice postale 74010
  • • Abitanti 14.494
  • • Comuni confinanti Crispiano, Massafra, Montemesola, Taranto

Nel presente sito Cisa S.p.A. fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione e quindi raccolgono informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori.

Proseguendo con la navigazione accetti l'uso dei cookie.